Storia di Scandicci fiera

La fiera o il "Fierone di Scandicci" nasce come fiera del bestiame. All'indomani dell'Unità d'Italia, il comune di Casellina e Torri, vicino al capoluogo e nel contempo alle principali località collinari, divenne il punto di riferimento per gli scambi agricoli della zona. Con la Deliberazione consiliare numero 110 del 17 novembre 1866, la Comunità predispose l'organizzazione di un mercato e di ben due fiere annuali.

«Tenendo conto dei desideri espressi da molti possidenti della parte di Scandicci, Giogoli e altre località circostanti, la Giunta delibera di proporre al Consiglio l'istituzione di una Fiera o Mercato di Bestiame sulla Greve presso Scandicci, nei giorni da determinare. Tale proposta viene accolta favorevolmente dal Consiglio che approva una delibera di istituzione di Fiere e Mercati nel Comune.» (ASCS, Deliberazione consiliare n.110 del 17.11.1866)

Dalle delibere degli anni seguenti, ove si leggono richieste di "cambiamento del giorno e proroga dei mercati durante l'inverno" e di "desideri espressi da molti possidenti di Scandicci e altre località circostanti" si deduce che già nei primi anni si era verificato un successo non indifferente e un largo consenso presso la popolazione.

Oggi la fiera si svolge nel centro cittadino, e si è via via trasformata insieme ai grandi mutamenti avvenuti negli ultimi decenni, proponendo - insieme alla parte espositiva commerciale e gastronomica - appuntamenti culturali, spettacoli e animazioni.

Resta comunque l'evento popolare più importante dell'anno, la "vera" festa della città e attira visitatori che provengono anche da tutta l'area fiorentina. È la più grande fiera campionaria di tutta la Toscana, con oltre 16 mila metri quadri di area espositiva totale e circa 300 espositori.

- dal sito Scandicci - Storia e Memoria


Scandicci oggi

 

La città

Scandicci è situata a 6 chilometri dal centro storico di Firenze a 43° 45' 29" di latitudine nord e 11° 10' 49" di longitudine est. Confina a nord con Signa e Campi Bisenzio; a est nord-est con Firenze; a est con Impruneta; a sud sud-est con San Casciano; a sud sud-ovest con Montespertoli; a ovest con Lastra a Signa. L'estensione complessiva è di 59,59 chilometri quadrati.

Il territorio comunale si estende dal fiume Arno, a nord, fino alla valle del fiume Pesa che ne stabilisce il confine a sud ovest. Morfologicamente il territorio è caratterizzato da una fascia di circa 2.000 ettari che fa parte della vasta piana dell'Arno, della Greve e di torrenti minori come il Vingone. Nella pianura si concentra quasi totalmente lo sviluppo edilizio e residenziale che, attestato sul confine con Firenze, si estende sino a interessare l'intera fascia pianeggiante fino a Lastra a Signa. I rimanenti due terzi del territorio, a esclusione della zona pianeggiante attorno al fiume Pesa, sono a carattere collinare con rilievi massimi attorno ai 400 metri s.l.m. che costituiscono lo spartiacque a est e a ovest tra i versanti dell'Arno e della Pesa. Questa parte del territorio ha conservato quasi intatto il suo equilibrio ambientale e il suo aspetto tradizionale fatto di insediamenti, coloniche, ville, fattorie e piccoli borghi quali San Martino alla Palma, San Vincenzo e San Michele a Torri, Mosciano, Marciola e Casignano.

 

Il centro urbano

Risultato storico della fusione delle varie frazioni, il centro urbano è compreso in un quadrilatero con a nord e a est Firenze, a ovest il tracciato dell'Autostrada del Sole A1 e a sud la collina di Scandicci Alto. Attorno ai segni e alle testimonianze storiche e architettoniche - alcune ville, chiese, la Badia di Settimo e il Castello dell'Acciaiolo - la città si è sviluppata principalmente a partire dagli anni '60 per rispondere al dirompente flusso immigratorio e alla conseguente crescita demografica. Caratterizzato da un sistema di piazze e da un tessuto commerciale sempre più competitivo, il centro urbano è da anni interessato da un processo di riqualificazione. La trasformazione più significativa è avvenuta con la realizzazione della prima linea del sistema tranviario fiorentino che collega Scandicci alla stazione centrale di Firenze in Piazza Santa Maria Novella. Lungo l’asse della tramvia saranno realizzati i nuovi interventi di maggior rilievo urbanistico e architettonico, a partire dal nuovo centro cittadino firmato dall’architetto Richard Rogers.

 

L’economia

Il tessuto produttivo è caratterizzato prevalentemente da imprese manifatturiere, e tra queste si impongono quelle della pelletteria. A Scandicci, infatti, producono le più prestigiose firme della moda made in Italy e del lusso nel mondo. Importante la presenza della meccanica, con aziende sempre più rivolte a lavorazioni di alto contenuto tecnologico. Il processo di riqualificazione e completamento urbanistico della città ha accompagnato e promosso quello del tessuto commerciale e incentivato il settore terziario e delle professioni. Importante anche la presenza di imprese di costruzioni e interessante anche il settore dell’agricoltura, sempre più rivolto a produzioni di qualità. In crescita la capacità di ricezione turistica, con un incremento degli agriturismo e dei B&B.

 

La cultura

Scandicci ha una lunga tradizione di luogo della sperimentazione culturale e teatrale, di città particolarmente attenta ai nuovi linguaggi espressivi. In questo contesto il Teatro Studio e l’Istituzione Scandicci Cultura sono le sedi dell’elaborazione culturale e il punto di incontro delle più avanzate tendenze nazionali nel campo del teatro e delle arti visive. Una stagione invernale che si svolge al Teatro, e una programmazione estiva che ha il palcoscenico principale nel Pomario del Castello dell’Acciaiolo, sono i punti di una proposta di qualità rivolta all’intero pubblico dell’area metropolitana fiorentina.

- dal sito del comune


Per saperne di più

www.comune.scandicci.fi.it
Sito del comune

www.scandiccicultura.it
Informazioni sugli eventi culturali dall'Istituzione per i Servizi Culturali del comune

COMUNE DI SCANDICCI
Piazzale della Resistenza, 1
50018 Scandicci (FI)

Centralino: 055 055
E-Mail:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Partita IVA: 00975370487


Scandicci fiera fanpage

Media Partner

Ultime notizie

Hai bisogno di informazioni?
Contattaci

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per gestire alcune funzionalità tecniche. Chiudendo questo banner o cliccando il tasto “accetta e chiudi” acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi sapere di più o negare il consenso ad alcuni cookie Leggi l’informativa.